Stampa questa pagina Chiudi questa finestra
ti trovi in:  Home >Argomenti > Eventi di ieri visti oggi > Babele
Lieve Wilmesz van Coppenol: il calligrafo
 
 
 
 

L'arte per se stessi

Van Coppenol usava inviare ai letterati più in vista del suo tempo campioni della sua arte calligrafica, chiedendo che scrivessero un ode per lui.
Tutti lo accontentavano. In seguito van Coppenol ricopiava tali composizioni poetiche, con scrittura fiorita, nel margine inferiore dei suoi ritratti a stampa.


Rembrandt van Rijn: Lieven Wilmesz van Coppenol
(1658 circa acquaforte, puntasecca e bulino quinto stato)


Per saperne di più:
L.W. van Coppenol: la sua arte sul suo 'nonauto-ritratto'
Rembrandt: cronologia.it/storia/biografie/rembran.htm

 

Le immagini e parte e del testo relativo all'argomento sono stati tratti dal catalogo della mostra dedicata a "Rembrandt. Dipinti, incisioni e riflessi sul '600 e '700 italiano", in Roma presso le Scuderie del Quirinale, dal 5 ottobre 2002 al 6 gennaio 2003 (Ed. SKIRA).

Rembrandt. Dipinti, incisioni e riflessi sul '600 e '700 italiano è

 

 

Torna a inizio pagina